top of page

Giornate particolari.

La gestione dei grandi eventi nello spazio urbano.


Il 23 luglio 2021 con Quale Città abbiamo avviato un cantiere di riflessione e di progetto sulle città come protagoniste della ripartenza delle economie mondiali. Intendiamo sviluppare il pensiero e il confronto sulla città, sulle sue caratteristiche e funzioni e su quanto in essa può accadere, prendendo in considerazione anche la dimensione del limite estremo. Ad esempio, cosa succede quando la città ospita un grande evento ne moltiplica il numero di coloro che la percorrono e la vivono in un certo arco di tempo e che la pone al centro di un’attenzione nazionale e internazionale, a seconda della manifestazione? Per ragionare su questo argomento abbiamo convocato per venerdì 17 settembre 2021 (ore 16,30, in piazza Ettore Troilo a Pescara) una grande comunità di accademici, decisori pubblici e privati, autorità nazionali per inquadrare sotto ogni punto di vista opportunità, peculiarità, rischi e buone pratiche della gestione dei grandi eventi nello spazio urbano.

C’è bisogno di approfondire questo tema che potrebbe essere definito come una vera e propria prova da sforzo per la città, che può metterne in luce le criticità strutturali da risolvere, ma anche semi nascosti di sviluppo da coltivare.


Senza dubbio queste giornate particolari inverano un modo di essere profondo della comunità, perché ne misurano la capacità di accogliere, di concentrare dentro di sé, di essere elastica e aggregante, e di trovare una nuova misura che può arrivare a farsi mondo, senza perdere la capacità di ritrovare se stessa il giorno dopo. Infatti, se all’inizio la Città è nata per lo scambio individuale di beni e servizi prodotti e ricercati in ragione dell’abbondanza intervenuta, presto intervengono in essa le moltitudini che si costituiscono progetti collettivi legati da eventi sempre meno dimensionati dalla frontalità relazionale del quotidiano. Questo ingigantimento può esaltare le funzioni della città, ma può causare anche l’esplosione di un imprevedibile rovinoso che può portare alla rottura dell’ordine, provocando danni al tessuto economico e sociale.


Le domande di fondo che deve accompagnare la progettazione di grandi eventi che promuovono e non danneggiano l’essere della città, che la fanno dilatare e poi tornare alla sua regola che consente la vita dei cittadini sono le seguenti: “Quando un evento si può definire grande?”. “È possibile prevedere l’imprevedibile? È possibile prevederlo senza imprigionare la vita collettiva, senza arrivare all’ingessatura della formalità burocratica che tutto vorrebbe formattare e finisce per sclerotizzare?” e ancora, “Un grande evento quanta rottura della Città porta con sé e, su un altro piano, quanta Città promuove e fa rinascere?” e “Quanto cartone serve alla città per accogliere tutto dentro di sé, senza riportare lividi e ferite? Esiste un modo di strutturarsi per ingrandirsi alla bisogna? È una questione di norma generale ed astratta o è un affare della decisione amministrativa locale o si può concepire qualcosa di più coraggioso ed efficace, come un contratto di Città tra poteri locali e cittadinanza?”.


Con le autorevolissime personalità intervenute il 17 settembre a Pescara abbiamo provato a dare una risposta a tutte queste domande, cercando anche di prefigurare una relazione più funzionale anche a questo scopo tra la città e il suo territorio, che non può non essere coinvolto in questo tema. È stata una prima declinazione tematica della Carta di Pescara sulla Città, attraverso la quale vogliamo offrire una proposta originale nel vasto dibattito sullo scenario metropolitano come dimensione privilegiata della vita di relazione.


Maura Mantelli.


– Articolo estratto da Il Centro - Quotidiano d'Abruzzo del 10 settembre 2021 (piè di pagina).

– Il manifesto di "Giornate Particolari"

– Articolo de Il Messaggero del 10 settembre 2021

– Piazza Troilo durante l'evento "Giornate Particolari", 17 settembre 2021

– Piazza Troilo durante l'evento "Giornate Particolari", 17 settembre 2021

– Il Ministro Luciana Lamorgese in Piazza Troilo per l'evento "Giornate Particolari", 17 settembre 2021

– L'intervento del Ministro Luciana Lamorgese in Piazza Troilo per l'evento "Giornate Particolari"

– "Giornate Particolari", 17 settembre 2021

– "Giornate Particolari", 17 settembre 2021

– Il mondo accademico si confronta sul tema dei grandi eventi

– Articolo de Il Centro - Quotidiano d'Abruzzo del 10 settembre 2021

– Articolo de Il Sole 24Ore del 21 settembre 2021








69 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page